Paggena:Teatro - Menotti Bianchi.djvu/284

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
— 262 —


Salvatore


E che ne saie tu d''a vita mia?

Gaitanino


'A vita toia è comm''a vita 'e tutte quante late. Se fa nu passo, se sciulia e bonanotte.

Salvatore


Io nun so' comm'a vuie...

Gaitanino


Nun capisco chello che vuò di'. 'O cert'è ca viene 'a ll'isola. Dunque, quaccosa 'e' fatto, pe te fa' cundannà.

Salvatore


E hanno fatto bbuono! Io nun me lagno.

Gaitanino


'A verità, io nun te capisco.

Salvatore


Tu, nun me vuò capì!

Aniello


(Canzonatorio) Chi 'o diciarrìa ca è nu carcere? Pare na scola, chesta. (Canticchia:)

« Fronn'e vurraccia, »
« si nun te piglie a me te taglia 'a faccia! »