Paggena:Teatro - Menotti Bianchi.djvu/285

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
— 263 —


Salvatore


Tu nun si' nu gnurante. Tu si' nu scellarato!... Ma comm'è pussibile 'e nun vulè bene a nisciuno?

Aniello


Ma, a chi aggia vulè bene, pe sapè?

Gaitanino


Io voglio bene sol''a morte ca nun me chiamme.

Salvatore


E 'a morte s'è scurdata 'e te. E tu camparraie pe scuntà tutt''e peccate ch'è fatto.

Gaitanino


(A Salvatore) Famme fumà!

Salvatore


(Con asprezza) No!

Totonno


(A Salvatore) Dimane vuie ascite, e io passo 'o carcere.

Aniello


Ah! tu pure si' d''e nuoste?

Gaitanino


Addio, cumpagnò!