Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/71

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
61
“Addio, mia bella Napoli!„

MARY

QràZ\e no. Permesso (Rientra a ftiniitra).

MISTER a) Nonno.

Facciamo ultima partita, signore?

IL NONNO cava l'orologio.

Le dieci ! Per me sarebbe già l’ora canonica... Ma...

ONDINA

£ va bene, nono, fate contento a Mossiù Ghigliome.

IL NONNO

L’ ultima scopa eh ?... Spero di perdere... Stu tavolino n’ ha ntiso improperi napulitane e inglesi...

(I due siedono al vecchio tavolo. Le battute che seguono van dette a bassa voce).

MATILDE a Bianca.

Neh, ma che diceva Cariuccio? 1 L’America, nun l'America: se mi gira la testa aizo ncuollo e me ne vaco... * Ma eh’ è pazzo ?

BIANCA

Mammà quello scherza...

MATILDE

No chillo pure stasera, dice: ” noi siamo gente debole, attaccate al nostro paese come l’ostrica allo scoglio.11

MARY viene dalla sinistra, seguita da Maddalena.

Ecco... questi... (Dì a Maddalena dei libri che sono sul tavolo), t anche queste... (Afferra con una bracciata tutte le canzoni e

e dà a Maddalena. Alle donne:) Scusate (Segue Maddalena).