Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/64

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
54
“Addio, mia bella Napoli!„

MARY con la mano nel vuoto.

...Addio, Marechiare !

ONDINA avrà deposto il cappello e le rose sulla sedi®, MARY a Ondina.

...Me 1’ avevi imparata col mandolino la canzone. Ricordi ? (Prende il mandolino).

ONDINA accenna il motivo della canzone.

MARY come ricordando, canticchia col tuo accento esotico.

" Quanno spunta la luna a Marechiare, pure li pisce ce fanno 1’ amore. "

BIANCA e ONDINA

Brava... brava...

MATILDE

...Allegra... Allegra, figlia mia... Che bella vucella.

MARY

R si rivoltano le onde de Io mare pe’ la preiezza cambiano colore... "

(Smette di suonare curva il capo sul mandolino, commossa...).

MISTER che sera avvicinato le dice con accento di dolore.

...Mary I...

MATILDE sottovoce,

...Ieri sera pure fece cosìl...

BIANCA

Quello il fatto di staccarsi da Napoli l’ha preso molto a duro I...

IL NONNO

...Figlia mia puozz’ essere benedetta, Tanno che viene

ce tonfete, o nonno...