Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/41

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
31
“Addio, mia bella Napoli!„

SCENA 10/

Mary sola poi Maddalena.

MARY retta un po assorta, metta. S* alliccia alla veranda, torna indietro prende il bastone che Carlo ha lasciato tul tavolo lo guarda, tcuote il capo. Poi butta il bottone elettrico, presto il cancello. Il mare mugghia un po' forte, qualche folata di vento tcuote il pergolato.

MADDALENA dalla tinittra, t* inchina,

MARY

Sparecchia, Maddalena. MADDALENA Vuole piovere, Eccellenza. MARY Sai come odorerà la terra... Ricordi l’altra settimana ? MADDALENA Eccellenza, Napole ve piace pure si facessero tempeste...

MARY a Maddalena che va via per la tinistra.

Sì, Maddalena, sempre I... (Poi s*accorge di Carlo che è al cancello).

SCENA II.*

Mary e Carlo.

CARLO tossisce.

MARY si confonde, si turba.

Siete qui ?... (Verso sinistra gridando) Scrìvi, ZIO: vengo...

(A Carlo) Eravate in Chiesa?