Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/36

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
26
“Addio, mia bella Napoli!„

MARY diventa pensosa.

...El poi... (Si domina) ...Volete ancora? (Otre dei biicotti •Ile signore).

MISTER offre un avana al vecchio Nonne.

IL NONNO

...Obbligato, Milord... (Ossarva il sigaro...) Eh! già! sigaro avana... Che volete da me ! Preferisco sempre o napoletano... Mo nun se ponno cchiù fuma, lo so... Ma 1 mo simmo Uà, ch'io torno sempre... Dovete sapere che all’ angolo del vico Sergente Maggiore... appresso ad un’ altra tabaccarla, quella di don Giovannino Pasca... eh l’atrierel... ce steva don Gennaro ...che teneva *e napulitane vecchi di sei mesi... Mo, fumé stoppa cu *e chiuove a dinto...

MISTER prende ca una scatola dei rigari napoletani.

Questi, ecco, napoletani...

MARY

...Li compriamo così... per...

IL NONNO

...Per i poverielli ?... E i’ mò divento nu poveriello vostro... (Ride poi dice a Mister) ...Non vi sia per offesa. Mi' lord... (Gli restituisce I* avana ed accende I* altro sigaro).

MARY

...Andiamo un pò in automobile oggi ?

MISTER

All right. Maddalena avverte chauffeur.

CARLO

•••Ve lo mando io... Tanto , vado in casa un momento, vi raggiungo in Chiesa...