Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/35

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
25
“Addio, mia bella Napoli!„

ONDINA con aria sciocca.

...Vicino al mare... mi pare che sta

MISTER ridendo

...Vicino mare ?... Nao...

MATILDE a Ondina.

...E che te tengo a fare alla scuola, figlia mia I

ONDINA

...Che c’entra. Io sempre un’alunna della prima complementare sono... Questo il maestro non ce l’ha fatto studiare...

MISTER

Tomba Virgilio, qui, accanto grotta, parte superiore grotta, che fu scavata dai cumani, prima di Cristo...

MATILDE Quannta belle cose, sape !...

IL NONNO

Ne sanno cchiù Uoro, ca nuie, ca simmo napulitane.

BIANCA sviando il discorso.

Nun ne parliamo più. E t' ha scrìtto papà, Maria ?

MARY

Aspettiamo lettera. Ma ce tempo, sapete, per andar vial Due, tre, quattro mesi. Se mia sorella non sposa prima... Allora avremmo luglio... agosto... settembre... ottobre... Ehi fino a novembre... (Fina Carlo con intenzione)

CARLO

...E poi ?... (Con amarezza).