Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/160

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
150
“Anema bella„

MAMMELA scuote tempre il capo, come prr dire: Noti to

ROSARIO al Delegato»

Sulo, senape sulo, cavaliè... Timmedo comm’ a na zitelluccia...

DELEGATO a Mammela.

Avesse fatto chiacchiere cu’ uico ?

MAMMELA alza gli occhi, guarda pavidamente il Delegato poi dice, eoa un mal celato tremito nella voce.

Gnernò.

DELEGATO domandando agli astanti, rd

accennando a Mammela.

Ce steva essa quanno... (Fa un getto come per dire: quando il giovine t* ì precipitato).

TOTONNO Quann’ è caduto ? Gnernò...

NUNZIATA

Era juta a cunzignà cierti Iazziette ’int* ’o palazzo d'’o patrone ’e casa nuosto. Quanno è turnata, signore mio...

CATARINA

...’Na pazza...

(La folla le (a coro).

DELEGATO ...Ncuollo 'o muorto ? TOTONNO Gneraò... p* ’o vico...

DELEGATO aggrotta le ciglia. CATARINA

Vintun* anne I