Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/138

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
128
Signorine

ALBERTO strìngendole la mano.

Sì qui mi avete fatto... No... qui mi Hai fatto perchè il * tu " è più bello, è più intimo. Qui mi hai fatto l'individuo più felice. (Le bacia la mano) Ti scriverò.

IDA

Fedele sopratutto. Mi sarete fedele?

ALBERTO

Tu... tu... Voglio ’o " ttu V Parlarne cu ’o * ttu

IDA

Come faccio così, subito subito ?...

ALBERTO E una prova d’ amore.

(L* aria, l’imbruna. Fuori il terrazzo l'ultimo raggio tiepido del tramonto muore. Nella stanza, ora, è quasi buio).

IDA guardandolo negli occhi.

Una prova di amore? (Evita un po» poi gli dicc) ftAi sarai fedele ?

ALBERTO

Giu.o, giuro, giuro, vita mia I E mo mi devi dare un’ altra prova d’amore.

IDA Io guarda con la testina curva, interrogandolo.

ALBERTO

11 suggello.

IDA

Che suggello?

ALBERTO

Un bacio.

IDA esitante.

No, Alberto, ’o wedete: subito andate a queste cose I