Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/127

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
117
Signorine

malato. Se ne facesse un romanzo della mia vita ! Dimenticherò ? Chi sa ! Fiorillo, sperate ?

ALFREDO

Grazie.

ATTILIO che avrà sempre teneramente parlato con Immacolatina osserva la sua camicetta e le dice con ammirazione.

Molto graziosa.

IMMACOLATINA

Vi piace ?

ATTILIO

Assai.

IMMACOLATINA

Me 1' ho fatta io.

ATTILIO

L’avete ricamata voi ?

IMMACOLATINA

Sì, col crochet, ma un poco la sera, però, perchè di giorno ngi ho moldo da fare per la casa.

AMALIA a Battista.

No, no, voi dovete fa’ soffriggere sempre prima a cipolla, poi il priggiotto... poi ce buttate le pomidore che debbono essere quelle a fiaschette.

ALBERTO

Cavaliè ecco il momento in cui potete deliziarci con la vostra squisita dizione.

BATTISTA

Signori, io protesto. Io non so niente. Sono un amateur.

ALBERTO

Voi, se tenete na cosa che vi nuoce, è la modestia. Pss.