Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/128

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
118
Signorine

BATTISTA «i rimette in pow e de*-|am*.

" Gittò J'infame prezzo, e disperato L' albero ascese il venditor di Cristo... *

AMALIA interrompendo.

Giuda, è vero ? Ih, che infame ! Se vennette a Gesù Cristo.

TUTTI

Pss pss...

BATTISTA la guarda bieco e continua.

  • Strinse il laccio... "

CIOCIÒ

Lass’ ’o ì’ !...

BATTISTA E cchesto me fai sempe !

ALBERTO

Pè fforza ’o " Serraglio * t’ ha dda mettere, ’o zio...

CIOCIÒ spalanca le mascelle, torce il muso fa per piangere.

BATTISTA

Pss... pss... E COSÌ fate peggio. (Tira dalla saccoccia una seconda bacchetta di liquorizia e la porge a Crociò che tace. Poi ricomincia a declamare).

" Strìnse il laccio, e col corpo abbandonato Dall’ irto ramo penzolar fu visto...

Cigolava lo spirito serrato Dentro la strozza, in suon rabbioso e tristo E Gesù bestemmiava... e il suo peccato Ch’empia 1*Averno di cotanto acquisto "•

(S* ode di lontano una tromba d* automobile).