Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/105

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
95
Signorine

ALBERTO

No, signò. Non è questo: non trovo i guanti. Poco prima me 1’ avevo scurdate pure dentro ’o tram e ho dovuto tornare indietro per pigliarmeli. Eccoli qua. Per conto mio: guanti, bastoni, ombrelli, chi n’ ave bisogno ha ddà veni nu mumento appresso a me; i m’è scordo a ’na parte, e chi ’e trova, sparagna.

(Le Ire donne rìdono, contentando gaiamente la battuta).

SCENA 5/

Attilio, Alfredo, Battista, Ciociò e detti; indi Sisina.

BATTISTA di dentro.

Porta aperta ladri in casa.

AMALIA

Favorite, favorite... (Agli altri) Uh ! ’o cumpare.

BATTISTA esce conducendo per mano Ciociò.

Mia bella commara.

AMALIA gli stringe la mano.

IDA e IMMACOLATINA Compare nostro.

BATTISTA inchinandosi.

ATTILIO e ALFREDO che nel frattempo hanno lasciato cappelli e bastoni nell* anticamera vengono avanti.

ATTILIO

Stiamo qua. Augurii.

AMALIA

Grazie.