Paggena:Monsignor Perrelli.djvu/51

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
49
atto terzo

K’iLiPPETTo — Sicuro sicuro, corno una buona sorolla.

Cecilia. — Monsignò o mo vulite fa ’a carità ’e confessarmi?

Filippetto — Ma vi pare, io per questo son venuto.

Cecilia Plgliutove na seggia, assettateve nu poco (gli porge la sedia).

Filippetto — Grazie, grazie.. quanto site bona M. Celeste, E voi non vi sedeto?

Cecilia — Se io eo ’* ponitente me dobbo inginocchia vicino a voi ’

Filippetto — Ah! già. voi siete na bona penitente... An datemi dicendo: che ci sta di nuovo?

Cecilia — Di nuovo niente.. Tutte chello che ve dieette ’a settimana passata, l’aggio fatto pure mo.

Filippetto — Eh, Si va male I molto malo?... e che altro nce sta?

Cecilia — Padre tengo nu pinole gruosse ncoppa ’a cuscienza 1

Filippetto — Dite, dite... ’o che se tratta? Dito ’a verità? Fosse un caso riservato?

Cecilia — Non signore! Io che m’astipava ’a fa stu ccaso?,..

Filippetto — Seh. se stipava ’a muzzarella!...io voglio dire è nu fatto grave?

Cecilia — Sissignore!...

Filippetto — E ditemmelle, nun ve mettite seuorne!

Cecilia — E vutateve a là... pecche si no, me faccio rossa, rossa... 1

Filippetto — Mo mi volto per farvi contenta (si volta) Va bene?

Cecilia — Padre io faccio ammore cu nu giovine.

Filippetto — Ammore? questo cose si fanno, ma non si dicono, queste so brutte cose assai, specialmente per una suora. Cacciatelo stu giovine. Quest’ è ’o diavolo che ve tenta.

Cecilia — Conime nu caccio, so nun ’o vede cchiù, e isso nun sape niente.

Filippetto — Isso nun sapo niente? E allora commo nce facite ammore.

Cecilia — Peccliè ’a notte me sonno sempe a isso. Filippetto — Coram’ io me sonne a vuie?

Cecilia — E vuie pecchè ve sunnate a me? (si alza).

Filippetto —Io nun ’o saccio. È certo che dall’altro giorno che vi ho vista, io vi tengo sempre avanti agli occhi!... E’ una tentazione per me, ma è na tentazione che mi fa tanto piacere. Maria Celò scusate faciteme bacia ’a mano?...

Cecilia — Questo non sta... io ve l’aggio bacia a voi!

Filippetto — No... io vo a voglio vasà a vuie (si banano le mani contemporaneamente) pecchè site liadessa!...