Paggena:Monsignor Perrelli.djvu/25

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
23
atto primo

SCENA IX.

Monsignore e detti.

Monsignore (allegro) — Eccomi qua ho tutto aggiustato V’aggio fatto apparecchià...

Filippetto (con gioia) — Ah! bene...

Monsignore — Na bolla cammera, cu duie lettini.

Filippetto (sconfortato) —E chesto è tutto?

Baldassarre — Grazie. Monsignore, quanta bontà.

Filippetto (piano) — E pe magnà nun so no parla?

Baldassarre (c. s.)—Statte zitto, che faie peggio.

Monsignore — Vuie ve rostate qualche giorno, cu ine?

Baldassarre — Monsignore, noi dobbiamo partire subito perchè ci aspettano a casal

Monsignore — Fate primme nu poco ’a prova a Napoli o ripartirete.

Filippetto — Io faccio ’a prova a Napoli? Non sia mai!

Monsignore — Vedete che spavonto! Eppure è cosa semplicissima, e ti ci devi abituare!

Filippetto — Io non mi abituerò mai (a sta diune).

Aurelio — Monsignore, questa è la lotterà che mi avete ordinata.

Monsignore (leggendo) — No... nun me piace... non avete la parola calda, bolleute, come la tengo io. Aggio capito mò V* à detto io, mentre uspetto ’0 pranzo ’a facimmo lesto, lesto...

Filippetto (piano) — ’0 pranze? ovvi che se magne 1

Baldassarre (c. 5.) — L’aspetta isso, di noi non à parlato.

Filippetto (c. s.) — Me facite squaglia ’o sangue a dinte ’e vene.

Monsignore (detta come prima) — Carissimo padre, amato più che fratello! (a Giacomo) Giacumi. capisci, il padre si deve amaro più del fratello.

G1AC0M1N0 — Avite fatte chesta scoverta!

Monsignore (delta) — Vi scrivo vivo, mentre credevo di scrivervi morto...

Giacomino — E che d’è, ’o muorto scrivane?

Monsignore — Zitto bestiai (detta) perchè qui è successo un bellissimo terremoto, cho se durava un’ altra mezz’ora, noi starommo tutti in paradiso, che il Cielo ce ne liberi.

Filippetto — (’O Cielo, ce avarria fa magnà).

Monsignore (dettai — Noi, grazio a Dio stiamo tutti boue in saluto, soltanto Menocu, la nostra cuoca, ha avuto uno sbocco di sangue, cosi sporo sentirò di voi 0 di tutta la famiglia I Vi bacio ambo le destro...

Filippetto — Zi Monsignò. ’o nonno una destra tiene.

Monsignore — Uno pe papà, e un’ altra pe mamma! (detta) Vi chieggo la vostra santa benedizione e non mi firmo perché voi mi sapete.