Paggena:'O gallo e 'a gallina.djvu/13

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta du' vote e mo è fernuta.
11
atto unico
Ntunetta(Prende la scopa e getta la spazzatura verso e fuori l'uscio donde è uscita Concetta, come scongiuro) Janara mmediosa! Fora... fora!... 'A mmidia, 'e maluocchie fora 'a casa mia! (Scopa con rabbia).


SCENA TERZA


Luisella e detti.


Luisella (Trattiene il braccio della madre, tutta tremando) — Mammà... ch'è succiesso?...
Ntunetta — Chella è pazza... Non ce penzà, figlia mia, meglio accussì! Ah! Ha ditto ca nun vo' cchiù?! E io te faccio spusà... nu signore, p' 'a faccia soia! E te voglio fa nu corredo a dudece a dudece... Meglio 'e 'na signora! (Frattanto depone la scopa in un angolo.)
Luisella — Mammà, che?!... Io voglio bene a Ciccillo... Io non voglio ca isso! Voglio a isso!
Ntunetta — Ce ne stanno meglio assaie!
Luisella — IO voglio a Ciccillo... Madonna mia, mo' me vene 'na cosa!... Madonna mia...
Ntunetta — No... no... Luisè... figlia mia... (Accorrendo a lei). P'ammore 'e Dio! Che te piglia?!
Luisella(È per venir meno) Io moro! (Sviene).
Ntunetta — Luisè... Ched'è? Aiuto!... (Tiene Luisella svenuta fra le braccia) Figlia mia bella!...


SCENA QUARTA


Liborio e Ciccillo e detti.


Liborio(Entra, insieme con Ciccillo dalla comune, getta il cappello con furia sulla tavola e accorre presso le due donne) Ched'è? Che succede?
Ciccillo — Luisè! (Accorre anche lui).
Ntunetta — Ah! Libò... Arrive a tiempo.... Tiene nu poco a figlieta, (Gliela depone fra le braccia) Vaco io a piglià quaccosa. (Esce dalla destra precipitosamente).
Ciccillo(Ha frattanto preso dalla tavola un bicchiere nel quale ha versato l'acqua) Nu poco d'acqua 'nfaccia...