Paggena:'O funneco verde.djvu/35

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
33
atto secondo
Ciccillo — Ah! (dopo pausa) Si... aie ragione... ma io nun tengo sore... io difenno na femmena che è trasute dinto a lo vascio mio, e tu le à rispettà! Iette o' rasule nterra e lievete a coppola!
Papele — Che vene a dicere chesto mo?
Ciccillo — Io t'aggio ditto, iette lu rasulo nterra e levete a coppola, pecche staie dinta la casa mia!
Papele — Io ubbedisco... e acqua mocca! (esegue) Ma io da te propete voglio na suddisfazione!
Ciccillo — E quanne!! IO la ieve ceranno da tanto tiempo sta occasione!
Papele — Ebbè si dice overamente e tu damme na posta!
Ciccillo — Sempe che vuò!
Papele — Pure mo! Ma cà nce stanne troppa gente!
Ciccillo — Cammina nnanze, carugnò, che io vengo appriesso, nce vedimme miezo a lu lario!
Papele — E io là t'aspetto! nun fa o' retepere! se pozze perdere lu nomme de Papele se un te faccio la pelle pe tutte stasera! (via)
Mariella — (E a vedè si nce aie lu tiempo!) (esce in fretta senza essere vista da nessuno)
Ciccillo — Tenite nu curtiello, tenite nu rivolte... pecchè io nun tengo niente, aggia ire a levà da lu munno a chille svriugnato che à levato l'annore a soreme!
Rosa — No figlio mio, tu nun nce è a ire, Biasiè... Cavaliè, dicitencelle vuio...
Ciccillo — Isso, me à ditto che me vo fa a pelle a me?... Dateme n'arme, pecchè io un ne tengo!... Biasiè tenite lu curtiello ncuolle?
Biasiello — Porte curtiello, io? Io songhe n'omme de pace...
Alessio — Ciccì, tu sei un soldato d'onore te vaie a cumprumettere cu nu cammurristiello, questo non stà!
Ciccillo — Mà dateme n'arma, v'aggie ditto! (vede il rasoio a terra) Ah! cheste me basta! l'aggia accidere cu l'arme soia stessa! (si avvia, rattenuto dagli altri. Si odono dei gridi interni.)
Tutti — Che sarrà succiesso?
Ciccillo — Che songhe sti strille?


SCENA ULTIMA


Prezetella, indi Mariella, guardie di P. R, e detti.


Brigida — Siè Rosa! siè Ro! Uh! scasata vuie!
Rosa — Ch'è state ne Prezetè?
Brigida — Mariella... a figlia vosta!