Paggena:'O funneco verde.djvu/28

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
26
'o funneco verde
che te pozzo dì?... se nun lu sape mammete comme lu pozze sapè io...
Ciccillo — A lu manco dimme comme se chiamme stu cainato mio, stu marito de Mariella.
Rosa (fa segni di tacere Biasiello) — Mo vide che nbruoglie che fa?
Biasiello — Se chiamma.. se chiamma.. e io nun me l'arricorde!...
Ciccillo — Comme tu sì antico de lo quartiere, tu me le avive scrivere dint'a lettera, e non saie o' nomme de lo marito de soreme!... Io nun lu pozze credere... Biasiè nun me dicere buscie, vire cumme te à mettere, pecchè io cu tico me la sconte.
Biasiello — (E chella a là, che fa 'e zignale... io ch'aggia fa)... Ah! mò me l'arricorde se chiamme Papele...
Ciccillo — Papele? chì?
Biasiello — Io nun saccio a casata, perzò te diceva che nun lu sapeva; 'o chiammene pe strangianomme Papele 'o cianciusiello!
Ciccillo — Che sento? Soreme se à pigliate a Papele 'o Cianciusiello!
Rosa — (Chillo me 'a fatto, lu guaio e cumme l'arrepare chiù)
Ciccillo — Mà, e tu pecchè me è ditto stammatina, che s'era spusate nu cucchiere che se chiammava Luigi.
Rosa — Pecchè accussì m'è venute mocca!
Ciccillo — Comme accussì t'è venuto mmocca! A cà nbruoglie nce sta sotto, diceva buone io Papele... nu malandrino... nu mariunciello... mo che tene l'ammunato mio? Ah! chesto nun pò essere! no, no, nu pò essere! Chillo nun eva nu guaglione che se nzurava! Mà, guardeme nfaccia dimme la verità soreme se è maritata overamente?
Rosa (a stento) — Sì... averamente.
Ciccillo — Ebbè, si dice a verità ghiurammelle ncoppa all'anema de pateme... allicordete quanno isso, tre anne fà, steve murenne a chillo pizzo là te arruccumannaie sti doie piccerelle!... E sì tiene ancora nnanze all'uocchie la faccia soia, tu iurammelle e io te credo!
Rosa (piange e non risponde)
Ciccillo — E che vene a dicere chesto? tu chiagne? Mà, pe quante vuò bene a chi tiene nparaviso, leveme da sti turmiente... che n'è de soreme? Che n'è de Mariella?...