Paggena:'O funneco verde.djvu/16

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
14
'o funneco verde


SCENA VI.


Peppenella (dal fondaco) indi Mimi, Peppino ed agenti del Municipio (dalla strada)


Peppenella — Uh! Mammà sta vattenne a sorema... Uh! povera Mariella (s'interrompe) Mà, lasciala sta nun fa niente... chella nun lu fa chiù. (cerca di dividere)
Rosa — Sta caiotola, à nzurdate na mamma vecchia, ave ditte chelle sciorte de parola nfaccia a me!
Peppenella — Ebbè, nun fa niente, chella è guagliona ancora!
Mariella — Addò! io nun l'aggio ditto niente, senza che vaie a quaglia!
Rosa — A casa mia nun nce venì chiù... sa... A casa mia non è fatto lucanne... quanno nun vuò faticà iesce... iesce na vota pe sempe.
Mariella — Chi nce vo stà... chi nce vo venì chiù!
Peppenella — Ebbè, fernitela mo!
Mimi (seguito da Peppino il quale porta una tavoletta di disegno, ed altri agenti municipali i quali portano strumenti da ingegneri) — Ma che cosa è tutto stu chiasso tutti questi gridi?...
Rosa — Uh! site turnate n'auta vota! E che nce site venute a fa, pe ve piglià li case noste?...
Peppino — (Sì, ce li purtammo ncoppa a li spalle)..
Mimi — Chi le vuole queste catapecchie!
Rosa — E pecchè venite a ncuitare la pace nosta ca basce, che ve avimme fatta? Neh! Che ve avimme fatte?
Mimi — Niente... e che nce avive fa a noi!
Peppenella — Signò che ghiamme nterra?
Mimi — (Quante è bellella sta figliola)
Peppino — Sicuro chesto à da ire nterra... ma no mò! biate chi nce lu vede!
Rosa — Uh! Iamme nterra?... Uh! Iamme nterra? Vuio nun nce l'avite vedè stu iuorne... Sperammo a chella Mamma che chiavate vuio de faccia nterra! Nè pecchè 'e bulite?... Nè pecchè è vuilite?
Peppino — Vedite che affezione tene cheste per la sporchizia!
Rosa (va al fondo e chiama) — Nè Prezetella... Giuvanne... Carmela... Venite cà, songhe venute 'e signore pe se piglià li case noste...
Peppino — Ingegniè iammuncenno che cà le acque si intorbidano e nuie abbuscammo!
Mimi — Oh! che peccato!