Paggena:'O funneco verde.djvu/13

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
11
atto primo
Rosa — Vavella mia ca fora faceva li stole, a bellanema de mamma mia pure ca fora se metteva a faticà, e io pecchè nun nce pozzo sta?
Alessio — Ma tanne erano auti tiempe!
Rosa — Già tanne se magnava e mo se sta diune! Tanne lu pane ieva a quatto rà, e mo va a otto sorde, e nun se pò manco magnà, pecchè è nire e puzzulente! Tanne te abbuscava la pezza e mo pe vedè na livera fauza t'esce lo core da pietto... Tanne...
Alessio — Basta mo sti chiacchiere! Pe mo leve sta robba pecchè te la faccio levà cu la forza.
Biasiello — Iamme sì Rò, facite cuntento o Signore, levate sta paglia da ca miezo! Cavaliè vuie l'avite cumpiatì... pecchè...
Alessio — Cheste sò tutte gente gnurante!... Me l'è ditte na ventina de vote fino a mo!
Rosa — Peppenè aiza cà, aiuteme a purtà sta roba a parte e dinte (eseguono) Avite ragione che chille figlio mio sta fora, pecchè chille nun è guaglione che se fa passà la mosca pe lu nase. Nfaccia a la sì Rosa, 'a vecchia d''o Funneco Verde, se ne è benuto che nce 'o faceva levà cu la forza. Io me ne vaco pecchè me ne voglio ire io, ma cà manco nu reggimento de surdate me cacciava da mmocca 'o Funneco mio. (via brontolando).
Alessio — D. Biasiè, chesta pure me 'a ditte nu cuofene de maleparole?
Biasiello — E cheste è niente!
Alessio — Nce sta chiù robbe?
Biasiello — Nce sta chiù robbe?
Alessio — E io se sapeva chesto nun nce veneva cà bascio.
Biasiello — Signore mio nce vo piacenza. Cheste...
Alessio — Songhe tutte gente gnurante!... Lu dotto site sulamente vuio... aggio capito. (viano tutti nel fondaco).


SCENA IV.


Mariella e Papele


Mariella (seguita da Papele, veste panni laceri) — Tu è inutile che te fruscie, che cu mico nun ne caccio niente; te agio ditto che nun pò essere, e nun pò esse!
Papele (molto effeminato vestito) — Ma comme te cuntiente de fa sta vita, te cuntiente de sta dinta 'a miseria, de magnà pane e cepolla e nun vuò fa chello che te