Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/51

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
41
“Addio, mia bella Napoli!„

francese io nun me trovo. «Siede al tavolo a destra, nel (ondo

« op XfintetK

MATILDE che discorreva con Afarv.

E quello che ci hanno detto per la strada di voi I... Questo tiene il nostro basso ceto, che so* gente ri* canoscente e che se buttassero pure nel fuoco... (A Onlima .-he rarezza Tttmmarielta) ...Che S e fatto sta Cnatura?

MARY va ver.«o il btmbo, gli ti accoccola pretto.

Cosa hai tu Tummariello... piccino?... (Alle popolane) Cosa gli avete (atto a Tumroariello ?

TUMMARIELLO ...Me so* sciaccàto...

TOTÒNNO

...Gnennò, signora cuntessa... lo stono a bordo di un cuttariello di propietà... Quanno fuie sàpeto...

IL NONNO giuocaado.

Ma benedetto Dio! Non ti sei ancora imparato che si dice: sabato?... Domenica passata,pure diciste: sàpato... (Accennando a Mary) Chella che capisce ?...

FRANCESCA

...Chisto sta miez* *e signure ’a nu sacco ’e tiempo, s* avesse mparato ’na parola taliana. (Di uno spintone a Totonno) ...Gnennò, signora Cuntessa, chillo quanno fuie sàpeto... cainàtemo...

ONDINA

Ha detto un’ altra volta, sàpeto... (rìde scioccamente).

MARY ride. non ha compreso, chiede

coi getii i I significato del vocabolo * cainòteme ".