Paggena:Teatro - Ernesto Murolo.djvu/162

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta
152
“Anema bella„

SCENA 6.‘

II Delegato e Mammela.

DELEGATO guarda fiso Mammela che ha smetto di piangere e gli è ritta dinanzi pavida.

'A quantu tieinpo ce facive ’ammore ? MAMMELA Doppo dimane fanno unnece mise.

DEILEGATO

E ’o vulive bene ?

MAMMELA ha un singhiozzo disperato. Poi stringe fortemente le tempia nelle mani, e, con lo schianto nella voce dice.

Io e Dio O ssapiramo t (S'abbandona sulla sedia).

DELEGATO

Ma tu, stasera, cumme fusse fuiuta... Nterra , 1' he visto ?

MAMMELA con l'occhio del terrore.

Gnorsì.

DELEGATO

E te ne si’ ghiuta ?

MAMMELA sbigottita, confusa.

E i’ nun ’o saccio 1 M’ aggio ntis’ ’e muri.

DELEGATO

Ncopp* add* ’a mamma, manco ce si’ sagliuta ?

MAMMELA c. ».

Gnernò. DELEGATO

T’ èva essere mamma...