Paggena:Opere edite ed inedite di Luigi Coppola.djvu/57

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
— 52 —

LA VAJASSA
Cliasto oli<? bene n. dicere !
S/gnò, mme ne cacciate ?
Peccliè ? pe quatto chiaccliwr
Che v’ hanno mpaix)ccliiate.
Sto da tre mise, caspita !
Dint’ a sta casa, e ìnmo ...
Tu vi che s’ha da sentere,
Clio na ntrammera io so
Io non ariubbo, e scrupolo
Faccio de no treccalle;
Non songo comm’ all’ aut<>
Che stregneno le spalle
Fatico, e li servizio
Non saccio sparagna !
E li patrone, soleta
Songo de réspettà !
Forze pe’ chella lettera
Gb’ avette jer matina
E de nascuosto subet o
Dette alla signorina ?
Na cosa tanto sconceca
Io non credette fa.
Povera figlia 1 è giovane,
E s’ha da mmaretà’!
Aliicordà v* avrissevo
Qtianno iereve figliola;