Paggena:No turco napolitano.djvu/48

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta du' vote e mo è fernuta.
46
no turco napolitano
Carluccio — Voglio fa correre la guardia!
Ignazio — Ma insomma se parlasse chiaro, che ncè sta quacche novità?
Giulietta — La novità è chesta: Lisetta non vo bene a lo nepote vuosto, e nun se lo vo spusà!
Ignazio — Che!!
Pasquale — (Va trova mo chi va pe ll’aria...)
Carluccio — E io l’aveva capito... e chesta e ’a quarta vota che me l’avite fatta... (di dentro la musica suona. Carluccio corre a sinistra vicino la porta) Stateve zitte! mo spare a tutte quante! (la musica cessa).
Felice — (Mo vanne ’e palle dinto o trombone!)
Carluccio — E chesta è la quarta vota che me l’avite fatta, aggio obbligazione a stu turzo de carcioffola de ziemo!...
Pasquale — (Non lo risponnere, non lo risponnere!).
Carluccio — Ma non ve n’incarricate ve voglio fa vedè che ve sape combinà Carluccio... mo stongo vestuto da sposo, tengo li guante, e non pozzo fa niente...
Pasquale — (Oh! guanti provvidenziali!)
Carluccio — Ma D. Pascà, ncè vedimmo, ncè vedimmo!.. (di dentro suona la musica e Carluccio va via pel fondo a cadenza di musica).
Ignazio — Neh, Pascà?
Pasquale — Neh, Gnà? E che aggio da fa?...
Ignazio — Comme che haje da fa? e tutto sto spesato che aggio fatto io.
Pasquale — (All’anma de lo spesato!)
Ignazio — Cheste non so azione che se fanno! ma quanno è dimane vengo io e nepoteme a lo magazzino, e ncè ne darai strettissimo conto! (alla moglie) iammoncenne dinto (via con Angelica 2a a dritta).
Clementina — E intanto mno ncè n’avimmo da j nuje pure?
Mariannina — Senza dolci, e senza niente.
Peppino — E il coro per chi si canta?
Felice — Lo canterete in questi giorni in casa di D. Pasquale, dove troverete pure i dolci, perchè se gli piacere, se acconsente, a Lisetta me la sposo io!
Pasquale — Voi?! (ridendo) Ve la sposate voi?! jammoncenne Giuliè... (a Clementina) Signò, iatevenne, che li dolce non li provate chiù... Guè, vo spusà? (via pel fondo).
Clementina — Jammoncenne Nannì, chisto la pigliene a pazzie! Felicenotte. (via pel fondo con Nannina) Peppino (ridendo) — Volete sposare voi, ah, ah, ah!..." (via).