Paggena:Monsignor Perrelli.djvu/33

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
31
atto secondo

Marchese — Hai da essere nu mbruglione •

Carlo — Pecchè v’aggio mbrugliato quacche vota?

Marchese —E stai frbco, da me’e pagliette nun se pigliano manco nu tari. E perdo ’e denare, ma cause nun ne faccio.

Carlo — E fato bono! lo vorrei essere un debitore vostro, pe nun ve dà niente chiù!

Marchese — E chiste auto giovine chi è? e pure pagliette?.. Io nun to saccio a to?

Aurelio — E io manco a vuie o stamme pace! lo sono il segretario di Monsignor Perrelli.

Marchese — De chillo ciuccione, ’e chillo bestione!

Carlo — (Ha parlato chisto mostro ’e scienza l)

Marchese — Aiero facotto pardore la capa alla marchese mia moglie, pe le truvà ’a tabaccherà pe tutta la casal Emilia racconta o fatto alla baronessa.

Emilia — Vedete cho lotterà mi scrive Monsignore (gliela porge).

Giulia (leggendo) — Quanto bestialità, va trova chi 1’ ha scritta?

Aurelio — Io signora Baronessa 1

Marchese —’E si na bestia pure tu, che faie perdere ’a capa a la Marchesa. Comme faie ’o segretario tu quanne scrive chesti ciucciario?

Aurelio (piano) — Mo ’o sciacco Marchese e buono (forte). La lotterà mi fu dettata da Monsignore.

Emilia — E questo è niente I volti il foglio e leggi che cosa dice.

Giulia (legge) — “ Non v’ incomodate a cercare la tabacchiera perchè l’ho trovata che giaceva supina nella mia scrivania E allora perchè te la mandò?

Carlo — E si nun facesse sti cose nun sarria chiù isso!

Marchese — Ma che specie ’e ciuccio 1 A lu paese mio nun nce stanne ciuccio accussi I

Carlo — So capisce 1 Sò emigrate tutte pe Napolo!

Beatrice (guarda dalla finestra) — Mammà sta piovendo forte!

Marchese — E che fa nuie tenimme ’a carrozze!

Giulia — Mi dispiace perchè monsignore mi disse che se era cattivo tempo non sarebbe venuto.

Carlo — E di fatti poca gente è venuta per causa del tempo pessimo.

SCENA V.

Salvatore ìndi la Contessa.

Salvatore (annunziando) — La Contessa del Cerriglio!

Giulia — Uh! Caterina, falla entrare?

Carlo — E che puteva mancà, chesta s’ avvia cu tutte ’e tiempe.

Giulia — E na bona amica Caterina I E’ un poco pagliettossu, fa a concorrenza a voi!