Paggena:Altavilla - No finto casamia.djvu/57

'A Wikisource.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
— 57 —

Pul. Acchiappa.; ^glielo consegna, Giovanni l’osserva e dà in eccessivo furore )

Gio, Comme!

Pul. Ch’ è statò?

Gio. ( disperandosi ) Uh! uh! nu curliello, na funa, 8trigoitemmella ncanna!...

Pul. Che boaora è stato?

Gio. Io mo mme scanno, mo m’ accido!

Pul. Se po ssapè diede?

Gio, E benuto na nummero scagnato: mraece de 18 è benuto 19.;

Pul. ( barcollando ) Mamma mia! chiammateme no ferracavallo ca voglio fa testamiento!

Gio. Addò cancaro ll’ è jocato?

Pul. Abbascio a là Jòdeca.

Gio. Mo vaco accidere lo postiere. ( via furibondo )

Pul. Scasato me! mo m’afferra na goccia a ddop* pio guardiunciello! ( via appresso )

Bran. ( comparisce al difuori e mette, sospesi’ in un quadroy i numeri usciti )

( La gente grida ) La strazione, la strazìpne! (tutti cavano fuori i biglietti e si disperano per la pèrdila fatta )

Un uomo. Auh! guardate cca, pe no punto nnante, e n’ auto arreto, perdo ll’ ambo.

Altro. E io tenco 24 vote 18 senza combina n’ auto scarrafone vicino.

Altro, (allegro) Essi ca ir aggio ncarraia!

Il primo. Haje vinto?

■ ■ ■ Non aggio vinto, ma comm’ avesse vinto — guarda cca, 8i quinto, e 81 è benuto.

— 81! è asciuto 18.

- E 18 e 81 non è lo stesso? è benuto a

la suierza.

— Ma però non è vinto?