Paggena:'O gallo e 'a gallina.djvu/9

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta du' vote e mo è fernuta.
7
atto unico
Tu 'o ssaie c' 'a Dummeneca nun voglio c' 'o lasse sulo.
Ciccillo — Mammà, io aveva fa' 'na mmasciata a Luisella...
Concetta — E nc' 'a putive fa' stasera. Va, vattenne a ddu pateto! Chillo po' se mbriaca e va truvanno acciaro 'ncuorpo chi nc' 'o ddà!... Luisè, me meraviglio 'e te... Nun l'avive fa venì..
Luisella — Avite raggione... scusate... M'avite a essere mamma... scusate... Ma chillo, Ciccillo, è accussì buono... e nun 'o facite piglià collera! Alla fine d' 'e fatte m'ha dda essere marito... 'Na cosa 'e niente po' è stato... Aiere a ssera nce lassaiemo nu poco ammussate, e ha voluto fa' pace.
Concetta — Va buono, sì... (a Ciccillo) Ma va primma addu pateto... ubbidisce!...
Ciccillo — Vaco. — (Le bacia la mano. — Indi a Luisella). Addio, Luisè... nce vedimmo stasera.
Luisella — Ubbedisce a mammeta sempe... (Ciccillo via) 'A verità: è nu buono figlio... Se vede ch'è figlio vuosto. Comme se dice? Buoni genitori, buoni figli. Fummo d' 'o stesso lignammo! Tutto è l'esempio. E vuie site 'na femmena 'ncoppa 'a quale nun se pò dicere manco n'a!...
Concetta — Grazie, figlia mia... si' troppa bona tu. Ma io songo venuta a parlà cu mammeta. Chiammammella nu poco,.. Ll'aggio a dicere 'na cosa.
Luisella — Ve servo subbeto subbeto... (Va all'uscio di destra) Oie mà... 'a mamma 'e Ciccillo sta ccà... Ve vo' parlà... venite.
Ntunetta(Di dentro) Vengo subbeto... Scusate nu momento... Tengo 'o cafè 'ncopp' 'o fuoco.
Luisella — Cummà, mo' che ve truvate... putisseve cumbinà l'ebbreca d' 'o matrimmonio. Chillo Ciccillo me dice ca si vulite vuie...
Concetta — Sì, sì, Luisè, mo' vedimmo... Ma primma aggia apparà nu fatto cu mammeta.
Ntunetta(entra) Eccome ccà. Guè cummà! E che