Paggena:'O funneco verde.djvu/7

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.




ATTO PRIMO


MMOC' 'O FUNNECO!


Scena del Fondaco Verde in Napoli, e propriamente all'imboccatura di esso. Piccolo arco, da cui si scorge, in una mezza penombra, diverse abitazioni sudice, e diverse suppellettili immonde in mezza alla via. Vi saranno sulla scena molta quantità di paglia per manifatturare le stuoie, dei panni mezzo sporchi che si stanno sciorinando all'aria.


SCENA I.


Rosa (lavorando una stuoia) — T'esce 'o core da pietto pe fa na stola de chesta, pe te abbuscà che pò? A mala appena 5 sorde, che nun te può accattà manca nu ruotolo de pane! E chelli doie npese che se songhe fatte? Me lassene sola a me puverella, e loro se ne vanne facenno li belle figliole pe lloco tuorne. Anno ragione che Ciccillo sta fora, si no curraria l'asse de mazze, e accussì mettarriame li cervella ncapa. (gridando) Nè Peppenè... Nè Mariè!... (e così ripete parecchie volte).
Peppenella (interno) — Ma' che vuò? Io sto cà!
Rosa — E rumpete li gamme a venì da chesta parte, lasse a mammeta sola, e tu faie 'a sfaticate!... Faccia tosta! Faccia tosta!
Peppenella (fuori) — Mà, che r'è? pe nu poco che steve parlanno cu Prezetella tu faie sti quatte allucche!
Rosa — Pe nu poco? Tu nun vuò faticà maie! Tu te ne vaie sempe zunzulianne tuorne, tuorne, e a me, me