Wikisource chiàcchiera:OCR addimannate

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Il testo Rimatori napoletani del Quattrocento vede il contributo di Antonio Ive che era professore a Graz (Austria), il cui interesse per la produzione napoletana ha influenzato persino i Canti istriani in cui sono molto frequenti i riferimenti ai corrispondenti canti dell'Italia meridionale. Nei primissimi anni del novecento questa attenzione trasversale alle varie parlate italiane, anche dagli studiosi di area tedesca, erano usuali. Mizardellorsa (talk) 15:03, 17 October 2018 (UTC)

@Mizardellorsa e C.R.: Il testo, di provenienza Google, non è perfetto e l'OCR ne risente; inoltre gli autori sono napoletani, ma non riconosco (di primo acchito) la lingua napoletana. Il djvu c'è, lo carico su Commons, ma prima di creare qui l'Indice vorrei sentire il parere di C.R.. Ai fini che sappiamo, se intanto rileggi un paio di pagine già pronte, non sarebbe male. --Alex brollo (talk) 22:02, 17 October 2018 (UTC)
Voilà: File:Rimatori napoletani del quattrocento.djvu --Alex brollo (talk) 22:13, 17 October 2018 (UTC)
Evidentemente è una raccolta di testi poetici dello stadio della lingua napoletana del quattroceno, diversa per molti aspetti da quella attuale, ma che dal punto di vista della storia della lingua pare interessante. Chi ha raccolto i testi è un autore prolifico, più volte ristampanto in anastatiche e che aveva coinvolto linguisti ragguardevoli a livello internazionale. I testi riportati sono dei poeti napoletani dell'epoca [1]-Mizardellorsa (talk) 05:28, 18 October 2018 (UTC)
@Mizardellorsa e C.R.: Sia quel che sia: Index:Rimatori napoletani del Quattrocento.djvu, buon lavoro! Io aspetto che venga completata l'importazione delle pagine di Lo cunto de li cunti. --Alex brollo (talk) 20:41, 21 October 2018 (UTC)