Paggena:Teatro - Menotti Bianchi.djvu/287

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
— 265 —


Gaitanino


A me pare ca no, pecchè t'hanno arrestato.

Aniello


Che maraviglia! Nuie simme nate pe nce arrubbà l'uno cu ll'ato!

Salvatore


Comme 'e vote n'ommo se 'nganna! Cca dateme 'a mano!

Totonno


Io ve ringrazio, 'on Salvatò. Sti parole so' parole sante!

Aniello


E giudece però nun 'a penzano accussì!

Salvatore


'A gente 'e core po giudicá, no chille c'arapeno 'o libro da legge e sputano sentenze!

Salvatore


(A Totonno) Curaggio. Vuie che pena putarrate avè? Ve ponno cundannà a tre, a quatto mise, a n'anno, si pure! Io aggio sufferto diece anne. So' stato diece anne