Paggena:Opere inedite di varj autori - Tomo I (1789).djvu/35

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
25
de Cola Cuorvo.


XVII.

Faciteme jostizia, a buje nne scrammo
   Sio Bembo, Sio Boccaccio, Sio Petrarca,
   Chist’animale sciute mo da ll’arca,
   Che sso de cauce, c scoppole rechiammo:

Che cercano mbroglià quarche quarchiammo,
   So sciute da l’Arcadia, o da la Marca?
   Sta nova razza da qua Munno sbarca,
   E che bole da chisto, via sacciaramo.

Vorria sapè lo vero azzò no sgarre,
   Chili’addotte, che a buje dereto vanno,
   E’ lo vero ca songo sti sciaraarre?

Decitencello buie, benaggia aguanno!
   So descipole vuoste, o so ssomarre?
   Ve secoteiano o stroppejate v’hanno?

Op. Ined. T.I. B RE-