Paggena:Tutti avvelenati o vi che m'ha fatto Pulicenella – P Petito (1917).pdf/11

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena è stata leggiuta.
11
 

Cic. (E chist’ate ce mancava pe ferni ’è seccarme). Va bene accomoderemo anche il vostro afare. Ma veramente ch’io son proprio felicissimo d’avervi tutti con me con questa mattina, anzi, vorrei offrirvi qualche cosa.. ma… (chiamando) Pulicené, Pulicené… nun c’è ’o cammeriere. Nu poco ’e café tengo, ma è friddo ed è poco.. perchè serviva solo per me… ah! ma ecco una buona presolina di rum.

Ans. } Grazie, grazie.
Don.
Pas.

Cic. Ve ne prego.. lo sorbird assieme a voi, (esegue) (Mamma mia, chisto che guaio è..,)

Pas. (M’’o chiamme rum chest’è nu poco ’e puliture.)

Don. (Tiene no senso acenssì disgustose)

Ans. (Acciso tu che me l’he date)

Don. Mi dispiace; signor Sarachella, ma io non posso aspettare di più; ho già aspettato troppo.

Ans. Ei pure. Vedimme che s’ha da fa ccà sinò…

Cic. Ed è giusto.

Don. (guardando l’orologio) Mezzogiorno.

Cic. (Mo vide ’e veni chille ’e stanotte e vỏ ’e 400 lire chiste ’a cca nun se ne vanno.. quindi è deciso… la morte!.. Addò aggio miso chillo affare?.. (fruga le saccoccie e non trova niente, poi guarda la bottigliella vuota spaventato dice:) Uh! mamma mia! e cumme è possibile?. (chiamando) Pulicenella, Pulicenella… Uh! bene mio, io sò arruinato…

Pas. Ma ch’e succiese?.

Don. Si può sapere ch’è stato?

Ans. Almeno fatemi sapere di che si tratta.

Cic. Si tratta nientemeno di… Pulicenella se l’avesse vippete isso?.. Pulicenella… ah! ca io esco pazzo…

Pas. Ma spiegatevi almeno…

Cic. Ebbene sappiatelo na vota e bona. lo trovandomi disperato, volevo avvelenarmi con dell’arsenico liquido ca tenevo dinto a sta buttigliella.. stammattina vulevo trangugiarlo,me so distratto ’e penziere e nun me l’aggio pigliate cchiù. Mo trovo sta buttigliella vacante.. ho paura che quello stupido d’’o servitore… Pulicenella?..