Paggena:Tre banche a 'o treciento pe mille - Antonio Petito.djvu/5

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
— 5 —

D. Asdr. [correggendolo) Defraudato,

Pulc. Già, deflautolato.

D. Pangr. (continuando) Io l’aggio ditto: provami come r ho defraudato.

Pulc. E io l’aggio fatto vedè che da otto leva otto resta zero, e, non avendo carta, calamaro e pmna, nce l’aggio fatto vedè co’ ’e scagliuozzole, pecchè 1’ aggio ditto: da otto leva doie quanto resta?

D. Pangr. Io li’ aggio risposto: sei.

Pulc. E da sei leva due resta quattro; e da quattro leva quattro?

D. Asdr. Resta zero.

Pulc. E mò si na bestia tu pure, p9cchè da quattro leva quattro resta ’a ^arta; io nce 1’ aergio dato, e nun ’a vò.

D. Pangr. (osservando) Isso s’ha magnato ’e scagliuozzole, io ’a carta che ne faceva?

Pulc. ( con allusione satirica) ’A parta ve ncoppa a qualche banca fruttuaria che Ile serve p’assicurò, la rendita.

D. Pangr. (con minaccia, a Pulcinella) Tu non ’o ccride che nce passo nu guaio cu ttico? Vedite!... sta straccione mi viene sempre fra i piedi.

Pulc. Schiavo oseelleuza A che ora vuol fare il disgiunello alla forsceila?

D. Pangr Seh, cuffeia tu.

D. Asdr. Ah, ca si mme riesce un progetto che tengo in mente, se arrivo a trovare un socio che mi fa fronte ad una piccola spesa, diventerò io e lui milionario.

D. Pangr. (con premura a D. Asdrubale) E nuie nò?

Pulc. ( c. s. ) E pecchè?

D. Asdr. Perchè siete gente senza criterio.

Pulc. ( con allusione ironica, a D. Asdrubale ) Ha ragione che simme senza cretame, se a Forcella 1’ hanno strutta per comporre questo pistore de nu grano.

D. Asdr. Colfeia tu, che appriesso parlammo.

D. Pangr. (sprezzante, a D. Asdrubale) Che.progetti e progetti hai da fare tu, avvocatuccio di quattro a grano. ( con presunzione ) I progetti lascili fare a me che sono algebrista rinomato; io che ho scoverto la chiave di moltiplicare i denari senza moltiplicazione.

D. Asdr. ( similmente, sprezzante ) Tu!?... Va, va.

Pulc. Ed io, ho trovato il modo di f ar figliare i denari, come fanno le banche fruttuarie. Ditemi, perchè si chiamano banche fruttuarie?

D. Pangr. Perchè fruttano denari.

Pulc. Gnernò... fruttano, ma il f rutto qnanno è ammaturo