Paggena:Opere edite ed inedite di Luigi Coppola.djvu/50

'A Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Chesta paggena nun è stata leggiuta.
— 45 —

— 45 —
Ei che prima era nudo ed era cieco*
Of va tutto vestito e vede bene;
Dardi e turcasso più non porta seco.
Ma una bilancia nella destra tiene i
Alle fanciulle per pesar la dote,
A noi il soldo, i contanti, o quel che punte l
E qui quant1 altro vorrei dir l ma taccio.
Perchè il tacer spesso ridonda a bene;
Io di brighe con donne non m* impaccio;
Poiché so qual malanno me ne viene l
Amo le donne, e per amarle assai,
N< >n ebbi un1 ora di contento,. .^nai ! ».
LI P\IR\
emUAR RAPOLKTASA
»
Ched’ò.. di’ è stato? Oje Nè, dimmeli*),
Tatfcfaje janca, cagne colore;
Da la paura, io poveriello
Già sento sbaUerme mpietto lo core!
Parla, fa priesto, che t’è tenuto?
Nzomma, dich’ io, se po appurà?..
Tu non rispunne, V aggio ntennuto;
Sta pe le grade, saglie papà !
Lasciarne fujere; ma pe do scappo?
Famm’annasoonnere; m’addo’ mmemptoo!
Ah 1 minano a pateto certo mo neappo,
Cea p* annasoonoerse non c’eoo pino!